storytelling_romania

Storytelling: Formazione in Romania

Cerchiamo tre partecipanti, età minima 18 anni, per il training course “Storytelling: senses and competences” che si terrà a Timisoara in Romania dal 21 al 28 febbraio 2014

Organizzato dalla NGO Babel Education e finanziato dal programma Erasmus+, il corso di formazione è rivolto a 20 giovani e operatori attivi in organizzazioni giovanili provenienti da Italia, Repubblica Ceca, Lettonia, Polonia, Portogallo e Romania.

Vitto e alloggio sono gratis. Le spese di viaggio saranno rimborsate al 100% con un rimborso massimo di 275 euro. I partecipanti dovranno versare 30 euro come quota di partecipazione.

Descrizione del Training Course
Storytelling: senses and competences” è un progetto di mobilità giovanile in cui i partecipanti potranno scoprire tutte le potenzialità offerte dallo Storytelling, quale metodo innovativo di educazione non formale capace di incidere sulla crescita individuale e sullo sviluppo di competenze utili all’inserimento lavorativo dei giovani.

Dinamiche e coinvolgenti, le attività saranno tutte basate sulla metodologia dell’ Experiential learning (cioè Imparare facendo). I partecipanti avranno modo di conoscere e sperimentare lo Storytelling attraverso diversi laboratori e  workshops interattivi.

Per maggiori informazioni:

https://www.salto-youth.net/tools/european-training-calendar/training/storytelling-senses-and-competences.4418/

(le date indicate sul modulo sono sbagliate! quelle corrette sono 21-28/02/2015)

Giovanna D’Agostino – Cooperativa Sociale Immaginaria onlus
mobile: 349.8719780
comunicazione@cooperativaimmaginaria.it
www.cooperativaimmaginaria.it

abbado_claudio

Pastene: Omaggio a Claudio Abbado

Sabato 13 Settembre – ore 20 – Piazza San Giuseppe – Pastene

 

“Sono sempre stato profondamente convinto che la musica contenga in sé una forza in grado di travalicare i suoi stessi confini. Non c’è solo un valore estetico nel fare musica: dalla sua bellezza intrinseca, in grado di comunicare universalmente, scaturisce un intenso valore etico. La musica è necessaria al vivere civile dell’uomo, perché si basa sull’ascolto, che è un elemento imprescindibile, anche se quasi sempre trascurato. La musica è necessaria alla vita, può cambiarla, migliorarla e in alcuni casi può addirittura salvarla”.

Così densamente sincere, lucide e forti, le parole di Claudio Abbado segnano lo spirito con cui Pastene si appresta a ricordare uno dei più grandi Direttori d’Orchestra di ogni epoca, morto lo scorso Gennaio all’età di 80 anni. Una serata che è insieme un omaggio all’indiscusso talento musicale del Maestro Abbado e una riflessione sull’impatto sociale che la musica in sé contiene. In quanto – come afferma ancora Claudio Abbado – “Un semplice strumento musicale può diventare uno strumento di crescita culturale e quindi sociale”.

“Pastene: Omaggio a Claudio Abbado” è un evento promosso dalla Cooperativa sociale “Immaginaria Onlus” e concretizza così un progetto nato dalla collaborazione di tre pastenesi (Giuseppe D’Agostino, Manfredi Tretola e Michele Viceré) che all’indomani della dolorosa scomparsa del Maestro hanno voluto organizzare una manifestazione pubblica per ricordarne, da subito, la memoria.

La serata sarà condotta dalla Professoressa Attilia Giuliani, docente presso l’Università degli Studi di Milano. Ma quello che più conta, è la Fondatrice del “Club Abbadiani Itineranti “. Praticamente, gli oltre mille soci del Club, per circa un trentennio,  hanno sostenuto con il loro calore il Maestro Abbado in qualsiasi parte del mondo si esibiva. Per questi motivi, Attilia Giuliani, rimane la persona più accreditata  per illustrare la vita e l’opera dell’insigne  Maestro.  Infatti, verrà a Pastene fornita di filmati inediti che verranno proiettati in piazza San Giuseppe il giorno 13 settembre prossimo.

La Giuliani farà conoscere l’aspetto sociale del Maestro a favore delle persone più deboli. L’intervento più significativo lo realizzò nei primi anni ottanta consentendo ai lavoratori l’ingresso al Teatro alla Scala di Milano a prezzi popolari. Il suo secondo successo a carattere sociale lo realizzò nel Venezuela e a Cuba, facendo nascere nei quartieri più disagiati oltre cinquanta orchestre giovanili.

Il pubblico, nella serata del 13 settembre prossimo, potrà porre libere domande alla Professoressa Giuliani.

Il dibattito sarà coordinato dal dott. Achille Mottola, presidente del  Conservatorio Musicale  “S. Pietro a Majella“ di Napoli.

Intervarranno, come ospiti, il Prof. Maurizio Baratta e la Prof.ssa Maria Caracciolo, che, in un breve filmato, ci presenteranno l’Orchestra Giovanile “ Sanità Ensamble “ del Quartiere Sanità di Napoli.

Il saluto di benvenuto al pubblico e a tutti gli ospiti intervenuti sarà dato, inizialmente, da Claudio D’Agostino, presidente della Cooperativa  “ Immaginaria – Onlus “.

Gli organizzatori e l’intera Comunità di Pastene a conclusione della serata -  ad un mese dalla scomparsa -  ricorderanno Emanuele Vicerè.

 

 

manifesto giancarlo